La “Sicurezza” prima di tutto

La sicurezza del generatore è garantita da sistemi attivi e passivi.
Quelli attivi intervengono nel caso di malfunzionamento e con i sistemi di logica e potenza alimentati.
Essi fanno si che si possano attuare tutte le procedure volte a fermare in sicurezza il generatore.
Nella condizione di sistemi non alimentati e quindi in condizione di grave emergenza intervengono i sistemi passivi, quali freni idraulici con lo scopo di porre il generatore in sicurezza fino a quando non venga ripristinato il corretto funzionamento.
All’interno della torre è installata un scala che consente l’ingresso in navicella per manutenzione, oltre ad essere utilizzata per le procedure di montaggio.
Gli operatori, in questo caso sono all’interno della torre durante l’istallazione ed accedono su appositi ballatoi per fissare i vari tronconi. Questa soluzione migliora anche il confort, sia al montaggio, sia in manutenzione consentendo una migliore accessibilità anche in condizioni di vento moderato.
La rotazione della navicella è limitata al massimo a due giri per garantire l’integrità del cablaggio interno.
Particolare attenzione e rivolta alla sicurezza degli operatori in navicella. Oltre alla dotazione standard di punti per l’ancoraggio, è previsto un portello di evacuazione in sicurezza, dove, attraverso l’uso di un discensore il personale può calarsi dalla navicella esternamente alla torre. Uno studio accurato ha permesso di inserire appositi dispositivi per la sicurezza alla fulminazione.

La sicurezza prima di tutto